Scuola italiana: accolti più di 10 mila studenti ucraini

scuola italiana

Stando ai dati forniti dal Ministero dell’Istruzione sono 10.064 ragazzi in fuga dall’Ucraina accolti dalla Scuola italiana 

Ad un mese circa dalla nota emessa il 4 marzo scorso dal Ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, sull’accoglienza dei bambini e ragazzi ucraini nella Scuola italiana, i numeri forniti dal Ministero dell’Istruzione sono molto positivi. Il sistema scolastico italiano, infatti, ha accolto finora 10.064 alunni, verso fine marzo i numeri erano quasi la metà

La Scuola italiana: come sono suddivisi questi nuovi alunni

1.930 bambini sono stati accolti nella scuola dell’infanzia, 4.876 alle elementari, 2.467 nella secondaria di I grado (le medie). 791 ragazzi sono stati inseriti, invece, nella secondaria di II grado (le scuole superiori).

Un milione messo a disposizione degli Istituti scolastici

L’accoglienza prevista dal Governo Italiano non prevede solo assistenza linguistica ma anche aiuto psicologico ai ragazzi e alle loro famiglie, troppo spesso sotto choc a causa di quanto hanno vissuto in Ucraina dall’inizio dell’invasione russa. Un milione di euro è stato messo disposizione degli Istituti scolastici per le prime necessità. 

Le dichiarazioni del Ministro Bianchi

Il Ministro Bianchi così si è espresso a riguardo nella nota sopra citata:

“La scuola italiana è pronta ad accogliere bambini e ragazzi ucraini. Come Ministero stiamo predisponendo indicazioni e risorse per sostenere le comunità scolastiche in questo impegno. La pace, sulla quale tutte le nostre studentesse e i nostri studenti stanno riflettendo in questi giorni, si costruisce con la solidarietà e l’inclusione. Stiamo lavorando per far sì che ogni bambino e ragazzo in fuga dalla guerra possa essere accolto con il sostegno necessario e proseguire il proprio percorso educativo e formativo”.