Serie C Gold, il punto sulla 2ª giornata di ritorno

Serie C Gold 2ª giornata. In attesa del turno infrasettimanale di questa sera, facciamo un resoconto di quello che è accaduto nelle gare del 2º turno di ritorno andato in scena lo scorso weekend.

Girone A

La Cestistica Benevento fa suo il match contro il New Caserta Basket (74-85), dopo un primo quarto dai ritmi elevati (19-23 al 10’). Il secondo quarto è invece contraddistinto dalle triple con Carrichiello da una parte e Orefice (19) dall’altra; i padroni di casa sono avanti 43-42 al 20’. Al rientro dagli spogliatoi gli uomini di coach Annecchiarico alzano i ritmi e, grazie alle triple di Diaz (6)  vanno avanti 56-65 al 30’, mentre nell’ultima frazione gestiscono agevolmente i ritmi e portano a casa due punti importanti.

Due punti anche per Forio che si conferma imbattuta e sempre più capolista, dopo la netta affermazione contro la Vis Reggio Calabria (92-56). Gli uomini di coach Iovino hanno messo in ghiaccio la gara già al 20’, grazie ai 17 di Orsini ed i 16 di Rupil.

Classifica del girone A

Forio 10; Benevento 8; Irpinia 4; Caserta 2; Reggio Calabria 0.

Prossimo turno 

Si torna in campo alle 16:30 con Forio-New Basket Caserta. Alle 20:30 Cestistica Benevento-Irpinia.

Girone B 

Esce sconfitta nella Serie C Gold 2ª giornata la Pallacanestro Cercola dal parquet amico contro Lamezia (74-75), dopo un tempo supplementare, nonostante i 24 di Greco ed i 14 di Suriano. Per gli ospiti decisivi i 15 di Monier.

Trova i suoi primi due punti in campionato l’Angri Pallacanestro che trionfa contro il Bim Bum Basket Rende 75-73. Gli uomini di coach Costagliola sono stati bravi a mantenere i nervi saldi dopo aver chiuso in svantaggio di 11 il primo tempo, complici i 22 di Alessio Izzo.

New Basket Agropoli si prende la rivincita sulla Pallacanestro Salerno (74-61) dopo il match di andata vinto da Pleikys (18) e compagnia. Per i locali decisivi i 16 di Borrelli ed i 13 di Pekic e Tarolis.

stefano-popolo

A title

Image Box text

STEFANO POPOLO

CEO & Founder

Classe 1993, fondatore di Ambasciator e giornalista pubblicista.
Ho pensato al nome Ambasciator per raccontare fedelmente la storia delle persone, come strumento e mezzo di comunicazione senza schieramenti. Ambasciator, non porta penna.