Serie C Gold, Il punto sulla 5ª giornata

Terminata anche la 5ª giornata del campionato di Serie C Gold, ultima del girone d’andata.

Girone A

Si conferma la Cestistica Benevento che sbanca Reggio Calabria 58-69, in attesa del recupero della gara a Forio, in programma sabato pomeriggio. Parte in salita la gara in terra calabrese per gli uomini di coach Annecchiarico che al 20’ sono sotto 39-29. 

Nel secondo tempo Benevento stringe le maglie in difesa, concede solo 19 punti nella seconda parte della gara e concretizza la rimonta grazie a Ordine (20) e Orefice (18) sugli scudi. La formazione sannita potrà contare anche sul neo acquisto Salvatore Errico.

Tornano i due punti anche in Irpinia, col Basket Club che batte il New Caserta Basket 60-50. Il primo tempo, da  come testimonia il punteggio, ha visto le squadre con le polveri bagnate (28-13). La squadra di casa è riuscita a gestire il vantaggio accumulato fino al termine della gara grazie ai 14 punti di Ianuale. Agli ospiti non bastano i 21 di Di Coste ed i 10 di Carrichiello. 

Il Basket Club Irpinia scenderà in campo venerdì, per il recupero contro la Vis Reggio Calabria.

Prossima giornata 

Domenica 11 aprile alle 16:30 Cestistica Benevento-Forio; alle 17 Reggio Calabria-Irpinia.

Classifica del Girone A

Forio e Benevento 6; Irpinia e New Caserta Basket 2; Reggio Calabria 0.

Girone B 

Continua la corsa della Pallacanestro Cercola che batte il New Basket Agropoli 65-58 grazie ai 18 di Suriano e Greco. Vince di misura la Pallacanestro Salerno, sul parquet del Basket Rende per 77-80. Mattatori del match Pasquale De Martino con 22 punti e  Malpede con 16. Netta sconfitta dell’Angri Pallacanestro, caduta a Lamezia 74-49 nonostante i 21 di Perez.

Prossima giornata 

Domenica 11 aprile alle 17:30 Lamezia Basket-New Basket Agropoli; alle 18 le sfide Rende-Cercola e Pall. Salerno-Angri.

Classifica del Girone B 

Lamezia, Cercola e Agropoli 6; Salerno e Rende 2; Angri 0.

stefano-popolo

A title

Image Box text

STEFANO POPOLO

CEO & Founder

Classe 1993, fondatore di Ambasciator e giornalista pubblicista.
Ho pensato al nome Ambasciator per raccontare fedelmente la storia delle persone, come strumento e mezzo di comunicazione senza schieramenti. Ambasciator, non porta penna.