Stranger Things 4: Netflix rilascia trailer dell’epico finale

stranger things 4

Netflix rilascia il trailer dell’epico finale della quarta stagione di Stranger Things. Il volume 2 include gli episodi 8 e 9 e sarà disponibile in tutti i Paesi in cui il servizio è attivo il 1° luglio

Immagini spettacolari, ma anche da brividi, che non fanno presagire nulla di buono, quelle rilasciate da Netflix attraverso il trailer del finale della quarta stagione di Stranger Things.

Conoscendo i personaggi e gli ideatori, si spera in uno colpo di coda a favore dei nostro giovani e coraggiosi amici.

Con questa premessa, Netflix ha da poche ore rilasciato il trailer dell’epico finale della quarta stagione di Stranger Things. Il volume 2 include gli episodi 8 e 9 (scritti e diretti dai Duffer Brothers), e sarà disponibile in tutti i Paesi in cui il servizio è attivo il 1° luglio.

L’episodio 8 avrà una durata di 1 ora e 25 minuti, mentre l’episodio 9 durerà 2 ore e 20 minuti, per un epico finale di stagione di quasi 4 ore. Rispetto agli eventi della terza stagione, a Hawkins sono passati sei mesi dalla battaglia di Starcourt: mentre affrontano le conseguenze di quanto successo, i protagonisti si separano per la prima volta e le difficoltà del liceo non facilitano le cose.

In questo periodo particolarmente vulnerabile arriva una nuova e orribile minaccia soprannaturale assieme ad un mistero cruento che, una volta risolto, potrebbe mettere fine agli orrori del Sottosopra.

Nel cast Winona Ryder (Joyce Byers), David Harbour (Jim Hopper), Millie Bobby Brown (Undici), Finn Wolfhard (Mike Wheeler), Gaten Matarazzo (Dustin Henderson), Caleb McLaughlin (Lucas Sinclair), Noah Schnapp (Will Byers), Sadie Sink (Max Mayfield), Natalia Dyer (Nancy Wheeler), Charlie Heaton (Jonathan Byers), Joe Keery (Steve Harrington), Maya Hawke (Robin Buckley), Priah Ferguson (Erica Sinclair), Brett Gelman (Murray), Cara Buono (Karen Wheeler) e Matthew Modine (Dott. Brenner). 

stefano-popolo

A title

Image Box text

STEFANO POPOLO

CEO & Founder

Classe 1993, fondatore di Ambasciator e giornalista pubblicista.
Ho pensato al nome Ambasciator per raccontare fedelmente la storia delle persone, come strumento e mezzo di comunicazione senza schieramenti. Ambasciator, non porta penna.

Ambasciator