Sub Tropolis: una città sconosciuta nel cuore dell’entroterra

Sub-Tropolis

La più grande Business City del 2021 esiste e si trova negli Stati Uniti d’America. Un luogo suggestivo e spettacolare che ospita ogni anno circa 1600 dipendenti.

Cos’è Sub Tropolis?

Sub Tropolis è il nome di un’antica miniera statunitense. Fu abbandonata negli anni dopo l’esaurimento delle sue risorse naturali. Si trova a circa 45 metri di profondità, vicino al fiume Missouri, a Kansas City. Presenta un’estensione superficiale di 4,5 km e ospita la più grande catena di conservazione di materiali logistici.

Come nacque l’idea di una città sotterranea

Sub Tropolis fu trasformata in quello che oggi chiamiamo Città del Commercio dall’imprenditore e petroliere Lamar Hunt. L’uomo d’affari ebbe l’idea visionaria di allestire l’enorme grotta sotterranea in un gigantesco magazzino di conservazione. A dirigere i lavori di abbellimento della struttura fu proprio la sua agenzia immobiliare, la “Hunt Midwest”. Una lunga e travagliata campagna di art design vide la cooperazione di migliaia di allestitori. Alla fine riuscirono a trasformare la miniera in un luogo confortevole. Dal 1964 ad oggi la società millionaria della famiglia Hunt ne gestisce ancora il funzionamento dirigenziale.

Sub Tropolis: una meraviglia agli occhi dell’uomo

Lo spazio superficiale della grotta consta di circa 4000 pilastri di calcare ricavati dallo scavo originale della miniera. La struttura rimodernata ospita numerosi spazi di stoccaggio e magazzini di commercio. Molte aziende note ne gestiscono gli spazi come privatisti. Le più famose sono Amazon e Fiat. Quest’ultima ha comprato negli ultimi anni un’ala intera di Sub Tropolis per depositare una vasta esposizione di automobili pronte per la grande distribuzione. Anche la National Archives and Records Association ha optato per la città sotterranea . L’azienda attiva nella conservazione di pellicole cinematografiche usufruisce di alcuni spazi per depositare pellicole originali come “Via col Vento” e “Il mago di Oz”.

L’inverno non spaventa Sub Tropolis

Sub Tropolis si rivela un luogo alquanto confortevole. La temperatura interna della miniera viene mantenuta sui 20 °C per tutto il corso dell’anno. Il clima mite dell’intero ambiente viene gestito da una fitta rete di tubazioni collegata ad un impianto centrale di riscaldamento artificiale. Il sistema di climatizzazione ideato permette di conservare anche prodotti alimentari ed agricoli provenienti da Colombia, El Slavador e Kenya. Oltre al sistema di aerazione, Sub Tropolis ospita anche una gigantesca rete ferroviaria. La rete stradale, di circa 11 km, prevede 6 tronconi principali che danno l’accesso alle zone di produzione. Vi è, inoltre, la presenza di molteplici strade secondarie che garantiscono il raggiungimento delle aree deposito. A ciò si aggiunge un’entrata ed un’uscita.

Perchè è confortevole lavorare in una miniera all’avanguardia come Sub Tropolis?

Sub Tropolis ospita un numero complessivo di circa 1600 dipendenti. I lavoratori sono accompagnati nelle loro giornate  da un confortevole ambiente di produzione e cooperazione. Le diverse filiali garantiscono la privacy riguardante i loro prodotti, ma favoriscono un rapporto di team working generalizzato tra tutti i dipendenti. Inoltre, lavorare in Sub Tropoli è come abitare nell’isola che non c’è: il mondo non la conosce, ma la magia del suo operato garantisce l’esportazione della merce nel mondo.

stefano-popolo

A title

Image Box text

STEFANO POPOLO

CEO & Founder

Classe 1993, fondatore di Ambasciator e giornalista pubblicista.
Ho pensato al nome Ambasciator per raccontare fedelmente la storia delle persone, come strumento e mezzo di comunicazione senza schieramenti. Ambasciator, non porta penna.