La Madonna del Carmine a Napoli, tra culto e tradizioni

Madonna del Carmine

Il testo descrive il Santuario della Madonna del Carmine a Napoli come un simbolo di speranza, protezione e devozione per i fedeli. La basilica, costruita nel XVII secolo, è un magnifico esempio di architettura barocca e contiene opere d’arte sacra di maestri come Luca Giordano e Francesco Solimena. La leggenda racconta che la Madonna donò agli frati carmelitani lo scapolare come simbolo di protezione. La chiesa è stata anche teatro di eventi storici significativi, come la rivolta di Masaniello e il miracolo del crocifisso. Il 24 giugno è il giorno dedicato alla Madonna del Carmine, con una processione e un’antica tradizione di guarigione per i malati. La festa della Madonna del Carmine il 16 luglio è celebrata con fervore dai napoletani, con una rievocazione dell’incendio del campanile e una processione per le strade del quartiere. La basilica rappresenta un importante punto di riferimento nella comprensione della cultura e della spiritualità di Napoli.

“Natale in casa Cupiello”: genesi e curiosità

Dalla poesia ’A vita al racconto di Peppino: la nascita del Teatro Umoristico i De Filippo Natale a Napoli è qualcosa di diverso, di unico. Difficilmente le parole possono descrivere i profumi, il sapore delle prelibatezze di antica “formula”. Natale è qui la festa più lunga che comincia da «quando in una notte di novembre il…

Il “mio” Massimo Troisi quel 4 giugno 1994

Il racconto di quel maledetto giorno e del “tempo” in cui un bambino costruiva il “suo” mondo con Massimo Troisi Ero poco più di un bambino: alto, paffutello, con una indecifrabile coltre di capelli ricci. L’estate cominciava a bussare alla porta della mia fanciullezza e, chissà per quale motivo, ancora oggi ricordo il sapore dell’aria…

Il Giovedì Santo a Napoli e la tradizione dello “Struscio”

Il giro delle “sette Chiese”, lo struscio del Giovedì Santo e la poesia di Raffaele Viviani Napoli è da sempre culla di civiltà e tradizioni inalterate: si provi a spostare la lancetta dell’orologio all’indietro, con uno sguardo rivolto ad epoche più o meno lontane, e si potrà scorgere quanto – anzitutto durante i periodi che…

La leggenda di “Fenesta ca lucive”

Un amore contrastato e la storia di un femminicidio. La scrisse un siciliano, fu attribuita a Bellini e Rossini Quante volte, canticchiando una canzone di qualsiasi epoca, ci si chiede cosa accade nell’animo del poeta mentre scrive i testi? Qual è il contesto e la causa che lo induce a comporre? Dietro ogni brano c’è…

Salvatore Di Giacomo e le “Novelle Napolitane”

Il verismo napoletano del poeta e le storie dei bassi, dei vicoli bui e delle Assunta Spina Salvatore Di Giacomo, oltre a rappresentare il “poeta massimo” napoletano, deve essere considerato il maggior esponente del Verismo di stampo partenopeo. Movimento letterario che, ispirandosi al naturalismo francese (in particolare a Émile Zola), teorizza una rigorosa fedeltà alla…

Le origini della tarantella

La famosa danza è napoletana o pugliese? Il suo successo tra Cicerenella e Michelemmà Napoli nel mondo è una delle poche città che, oltre alle straordinarie bellezze paesaggistiche e monumentali, ha una sterminata serie di componenti distintive che ne determinano la sua unicità; il suo stare nel mondo come microcosmo unico e irripetibile. Una di esse…

Il Teatro di Raffaele Viviani

Il realismo vivianeo: la lingua teatrale ed i protagonisti del suo mondo nel Teatro di Raffaele Viviani Scrivere sul teatro di Raffaele Viviani, è scrivere di un autore che ha al suo attivo numerose opere teatrali; un’autobiografia (Dalla vita alle scene), due raccolte di poesie. Tavolozza (1931), …e c’è la vita (1940) – escludendo le…

Ferdinando Russo: “neoborbonico” o rivoluzionario?

Dal racconto di un marinaio che aveva soccorso Re Ferdinando II al tema dell’emigrazione: la Napoli di Russo Ferdinando Russo. Il borgo di Santa Lucia ha rappresentano, da sempre, una fonte di inestimabile ispirazione: da Pitloo a Gemito, da Viviani a Marotta, l’antico borgo deve essere considerato uno dei locus amoenus dell’intera produzione artistica napoletana….

Vincenzo Russo: il poeta del popolo

L’incontro artistico di di Vincenzo Russo poeta con il musicista Eduardo Di Capua e l’ultima canzone prima di morire Incredibile e bislacca, credente e blasfema, meravigliosa e brutale la nostra Napoli. Gli ossimori e gli aggettivi della lingua italiana sono insufficienti per definire questo nostro microcosmo, “estraneo” rispetto al divenire usuale del mondo. Una realtà a…

Ambasciator