A Vucchella, il capolavoro di D’Annunzio

A Vucchella, il capolavoro di D'Annunzio

Storia di A Vucchella, un classico della canzone napoletana nato per una scommessa La canzone classica napoletana è nata agli inizi dell’Ottocento e si è sviluppata fino al secondo dopoguerra in una produzione di brani e melodie che hanno rappresentato dei veri e propri capolavori e contemporaneamente raccontato Napoli, i suoi tormenti, i personaggi e…

Le antiche rovine del “Macellum” puteolano

Le antiche rovine del Macellum puteolano

Viaggio alla scoperta del Macellum di Puteoli, l’antica Pozzuoli. Un luogo ricco di storia e tradizione Nascosto nel cuore pulsante di Pozzuoli, tra edifici moderni e strade vivaci, si cela una perla del passato: il Macellum, noto anche come Tempio di Serapide. Risalente al “beatissimum saeculum” (II secolo d.C.), questo sito archeologico è un portale…

L’Università Federico II compie 800 anni

Università Federico II

L’importanza storica di 800 anni di cultura grazie all’Università di Napoli Federico II L’Università degli Studi di Napoli Federico II è tra le più antiche Università d’Europa. Prende il nome dal suo fondatore, l’Imperatore del Sacro Romano Impero Federico II di Svevia, il quale inviò in data 5 giugno 1224 una generalis lictera da Siracusa….

“Gioacchino mettette ‘a legge e Gioacchino fuje accis”, un insegnamento valido ancora oggi

gioacchino murat

Storia di Gioacchino Murat, il Re che fu ucciso Il detto “Giacchino mettette ‘a legge e Giacchino fuje accis” ha un significato abbastanza conosciuto: “Chi è causa del suo mal pianga se stesso!” e deriva dalla storia di Gioacchino Murat, sovrano di Napoli agli inizi del XIX secolo. Murat venne giustiziato ad ottobre del 1815…

Cannelora, estate dinto vierno fora

Cannelora, estate dinto vierno fora

Il 2 febbraio a Napoli si onora la Madonna Bruna tra tradizioni sacre e riti pagani. La Cannelora è infatti un rito molto antico Nel giorno della Candelora, il 2 febbraio, i cristiani celebrano la presentazione al Tempio di Gesù avvenuta 40 giorni dopo Natale. La presentazione dei bambini alla comunità ai tempi di Cristo,…

Storia dei lazzari “mangiamaccheroni”

Lazzari mangiamaccheroni

Lo street food è nato a Napoli nel 1700, anche grazie ai “mangiamaccheroni” Chi pensa che lo street food sia nato in tempi moderni si sbaglia di grosso. Ancora una volta il primato spetta a Napoli e ha radici antichissime che risalgono addirittura ai tempi della Magna Grecia. Lo “street food” nell’Antichità I greci avevano…

“C sta’ o Mar For’’, Mare Fuori è un inno alla speranza per un futuro migliore

Mare fuori

L’articolo narra l’impatto straordinario della serie televisiva “Mare Fuori”, presentata da RaiPlay nel settembre 2020. La serie, ambientata nell’Istituto Penitenziario Minorile di Napoli, offre uno sguardo intenso sulla vita dei giovani detenuti. Caratterizzata da una coinvolgente colonna sonora, la serie ha guadagnato popolarità e attenzione mediatica, con un totale di 12 milioni di visualizzazioni.

La trama si concentra su Gianni, noto come Cardiotrap, un giovane detenuto con una passione per la musica. La complessità delle relazioni all’interno del carcere, la crescita personale e l’espressione attraverso la musica sono elementi chiave della narrazione.

Il testo esplora anche le speculazioni riguardo a un collegamento tra Liberato, noto artista napoletano dal misterioso fascino, e la trama della serie. L’ipotesi di Diego, uno youtuber napoletano, suggerisce che Liberato potrebbe essere un giovane detenuto coinvolto in un progetto musicale nel carcere di Nisida, parallelo a quanto rappresentato nella serie.

Inoltre, viene menzionata la coincidenza intrigante tra Cardiotrap e Liberato, evidenziando similitudini nelle esibizioni e il possibile legame tra i personaggi. La serie, con il suo impatto duraturo, ha persino spinto gli attori a esibirsi al Festival di Sanremo.

Infine, il testo introduce una leggenda locale di Napoli che coinvolge un giovane di nome Posillipo, il cui amore non corrisposto lo porta a trasformarsi in un promontorio, simboleggiando un amore non realizzato. Il racconto si collega all’attuale utilizzo di Nisida come Istituto Penale dei Minori, rimarcando la bellezza suggestiva di questo luogo, considerato dai napoletani il “carcere più bello del mondo”.

Le mille vite del contrabbando a Napoli

Le mille vie del contrabbando a Napoli

Uno sguardo alle intricate vie dell’economia sommersa a Partenope. Il contrabbando ha formato Napoli in molti modi Napoli, ricca di storia e posizionata strategicamente nel cuore del Mediterraneo, è stata per secoli cruciale crocevia di commercio e cultura. Tuttavia, al di là della superficie affascinante di questa città, si cela un mondo parallelo di contrabbando…

“Sei proprio una capera”, dal pettegolezzo alla capigliatura

Sei proprio una capera

Uno dei detti più antichi riportati all’attualità La capera per il napoletano è una persona che proprio i fatti suoi non se li vuole fare ma che tra una chiacchiera e un’altra è capace di trasformare un trailer in un film. Il termine nasce dalla figura di persone dedite soprattutto alle capigliature delle donne, perché…

Perché il ciuccio è il simbolo della squadra del Napoli?

Ciuccio

La storia di come un cavallo si possa trasformare in un ciuccio Il calcio non è solo uno sport a Napoli; è una passione, un’identità collettiva che si riflette anche nei simboli scelti per rappresentare la squadra. Mentre molte squadre sportive optano per animali fieri o figure mitologiche, il Napoli ha scelto un’icona inusuale, ma…

Ambasciator