Toro di Creta: 7° Fatica di Eracle

Toro di Creta abbattuto da Eracle

Ercole fu costretto a catturare il Toro di Creta, il padre del Minotauro, per superare la settima Fatica

Ad un primo sguardo nessuno avrebbe mai potuto pensare che il Toro di Creta, potesse costituire una minaccia. Un possente toro dal manto bianco, dono di Poseidone al mitico sovrano cretese Minosse. Quest’ultimo aveva, infatti, avuto la brillante idea di chiedere un animale da sacrificare agli dei.

Come far adirare un dio

Minosse ritenne il dono del dio del mare così bello da non poterlo sacrificare. Ovviamente, Poseidone non apprezzò il gesto, punendo nel contempo l’empio sovrano nel profondo, colpendolo nei sentimenti. 

Chiese ad Afrodite di far innamorare Pasifae, la splendida moglie del monarca cretese, del Toro di Creta. Una passione così forte da portare la povera donna a far realizzare al primo grande architetto che l’Umanità ricordi, Dedalo, una vacca di legno cava, così da potersi introdurre dentro e finalmente unirsi al suo grande amore.

Dodici mesi da questa empia unione sarebbe nato il temuto Minotauro, ma questa è un’altra storia. 

Eracle affronta a mani nude il Toro di Creta 

Dopo questi incresciosi eventi, l’enorme animale fu lasciato libero di pascolare, e seminare morte e distruzione. Oltre ad avere una forza immane, questo “dono divino” poteva anche soffiare fuoco dalle narici. 

Dopo questi incresciosi eventi, l’enorme animale fu lasciato libero di pascolare, e seminare morte e distruzione. Oltre ad avere una forza immane, questo “dono divino” poteva anche soffiare fuoco dalle narici. 

Un avversario degno del grande Eracle, che lo ha dovuto affrontare nella sua settima Fatica. Il più celebre tra i semidei greco-romani riuscì a catturarlo vivo soffocandolo a mani nude. Quando Ercole consegnò ad Euristeo un trofeo simile, quest’ultimo decise di sacrificare l’animale ad Era, ma lei non accettò perché il toro era stato sconfitto dall’odiato Eracle. 

Ercole Farnese
Ercole Farnese

La morte di Androgeo e la vendetta di Minosse

L’animale fu lasciato libero di vagare a piacimento, fino a quando non decise di fermarsi nella piana di Maratona, diventando così famoso come Toro di Maratona

Secondo il Mito, il possente animale avrebbe ucciso sotto i suoi zoccoli uno dei figli Minosse e Pasifae, Androgeo, il quale era venuto nella zona per partecipare ai giochi indetti da Egeo, re di Atene e padre di Teseo. Minosse non volle credere alla versione ateniese, decidendo di entrare in guerra con Atene.

La disfatta per gli ateniesi fu completa: come punizione, la città greca fu costretta ad inviare 9 anni dei giovani per essere divorati dal Minotauro, che viveva nel Labirinto realizzato da Dedalo.

Il Toro di Creta fu così, indirettamente, il responsabile della morte del Minotauro.

stefano-popolo

A title

Image Box text

STEFANO POPOLO

CEO & Founder

Classe 1993, fondatore di Ambasciator e giornalista pubblicista.
Ho pensato al nome Ambasciator per raccontare fedelmente la storia delle persone, come strumento e mezzo di comunicazione senza schieramenti. Ambasciator, non porta penna.

Ambasciator