Guerra Ucraina, Google bloccata nelle regioni separatiste fedeli al Cremlino

Google

I separatisti filo-russi in Ucraina hanno deciso di bloccare Google perché “promuove terrorismo e violenza contro i russi”

Lugansk e Donetsk sono perfettamente a conoscenza del valore geopolitico della propaganda. Proprio per questo motivo, le due autoproclamate repubbliche popolari hanno deciso di bloccare Google.

Perché è stata bloccata?

Le autorità del Donetsk hanno agito contro la multinazionale statunitense perché:

promuove il terrorismo e la violenza contro i russi, in particolare la popolazione del Donbass“. 

Gli stessi motivi che hanno portato ad agire nello stesso modo Lugansk. La società continua ad essere fruibile nel resto dell’Ucraina. La guerra nel paese slavo continua anche attraverso queste azioni fortemente propagandistiche.

Ambasciator