Ucraina, Papa Francesco andrà a Kiev ma al momento opportuno

papa francesco-kiev

Papa Francesco vuole recarsi in Ucraina ma deve “aspettare il momento opportuno”, per non peggiorare la situazione attuale

In queste ore Papa Francesco ha ricevuto, nel Cortile di San Damaso, un gruppo di bambini in udienza: un incontro che ha portato il Pontefice ad una dichiarazione su un suo possibile viaggio nell’Ucraina martoriata dalla guerra. 

Papa Francesco: “Vorrei andare in Ucraina ma devo aspettare il momento opportuno”

Durante l’udienza un piccolo rifugiato ucraino ha chiesto al Papa di intervenire per salvare i bimbi ucraini: 

Mi chiamo Sachar, vengo dall’Ucraina. Non ho una domanda ma piuttosto una richiesta: può venire in Ucraina per salvare tutti i bambini che adesso soffrono lì?”. 

Il Pontefice, dopo averlo salutato, ha spiegato al giovane Sachar la complessità della situazione attuale:

Sono contento che tu sia qui. Io penso tanto ai bambini in Ucraina, e per questo ho inviato alcuni cardinali che aiutino lì e siano vicino a tutta la gente, ma soprattutto ai bambini. Io avrei voglia di andare in Ucraina; soltanto, devo aspettare il momento per farlo, sai?, perché non è facile prendere una decisione che può fare più del male a tutto il mondo che del bene. Devo cercare il momento giusto per farlo. Questa settimana prossima io riceverò rappresentanti del governo dell’Ucraina che verranno a parlare e a parlare di una eventuale visita mia lì. Vediamo cosa succede”. 

Il luogo dell’incontro, il Cortile di San Damaso, è il cortile più importante del Palazzo Apostolico, in Vaticano

stefano-popolo

A title

Image Box text

STEFANO POPOLO

CEO & Founder

Classe 1993, fondatore di Ambasciator e giornalista pubblicista.
Ho pensato al nome Ambasciator per raccontare fedelmente la storia delle persone, come strumento e mezzo di comunicazione senza schieramenti. Ambasciator, non porta penna.

Ambasciator