Un Intimo Distacco: il romanzo illustrato

un-intimo-distacco

Analisi di Intimo Vuoto, un personaggio di “Un Intimo Distacco”

Un Intimo Distacco è il romanzo illustrato a cura di Marco Rocco e Luca Laudito. I personaggi rappresentano i sentimenti più profondi dell’essere umano e infatti sono identificati come intimi. In questo articolo vedremo più da vicino il personaggio Intimo Vuoto.

Chi è Intimo Vuoto?

Questo personaggio rappresenta il dubbio, è come aprire un vuoto interiore. Sottolinea le mancanze che si evidenziano tramite le domande che ci sottoponiamo. Infatti il nome deriva proprio dal fatto che “crea dei vuoti” dentro di noi.

È rappresentato come una specie di monaco buddista perché non è la persona che conosce tutte le risposte, ma ti guida verso le giuste domande. Si trova sempre al buio perché le domande non si notano subito, non sono chiare, puoi percepirne la presenza, ma sono nascoste.
Intimo Vuoto è ispirato alla filosofia buddista orientale. Stesso nel romanzo infatti non indica come bisogna agire e affrontare una situazione, ma ti aiuta nel trovare le domande più adatte.

Una domanda degli autori di Intimo Distacco ad Intimo Vuoto?

Quali sono le domande che dovrei pormi per arrivare alla felicità?

Questa è una domanda che forse l’intimo vuoto di me stesso potrebbe comprendere col tempo.

Come si ascolta Intimo Vuoto?

Per ascoltare l’Intimo Vuoto, non bisogna farsi trasportare dagli eventi e dalle cose che pensiamo non si possano cambiare o controllare.

Dobbiamo pensare che qualsiasi evento si può cambiare (sempre nei limiti del possibile). Partendo da questo postulato, possiamo ascoltare il nostro Intimo Vuoto e capire che domande porci. Quindi si inizia dal cambiamento come motore di vita quotidiano.

Perché sentiamo il bisogno di riflettere?

Probabilmente non tutti percepiscono il bisogno di riflettere e allontanarsi per rifugiarsi nella propria intimità. Credo che chi ci segua, comprenda il significato di Intimo Distacco.
In questa società passa un messaggio sbagliato: chi sente questi bisogni è depresso. Questo perché il doversi fermare a riflettere e farsi domande, è visto come qualcosa di triste. Invece secondo me non si fa altro che far emergere ciò che si ha dentro.

Spesso non è proprio un bisogno, ma è la vita che ti porta a farlo attraverso situazioni che ci troviamo ad affrontare. Anche nel romanzo, il protagonista Tommaso è portato dalla vita a riflettere su se stesso e ciò che lo circonda.

Si può percepire l’Intimo Vuoto di un’altra persona?

Credo che sia impossibile, a meno che non si riesce a creare un’intimità molto profonda da far emergere anche l’Intimo Vuoto. Però è difficile, poiché è un sentimento molto personale.

Siamo sempre alla ricerca di risposte, in che modo dobbiamo comportarci, cosa dobbiamo fare o dire… ma sei sicuro di esserti posto la giusta domanda?

stefano-popolo

A title

Image Box text

STEFANO POPOLO

CEO & Founder

Classe 1993, fondatore di Ambasciator e giornalista pubblicista.
Ho pensato al nome Ambasciator per raccontare fedelmente la storia delle persone, come strumento e mezzo di comunicazione senza schieramenti. Ambasciator, non porta penna.