Una sconfitta annunciata. ATALANTA – NAPOLI 4-2

52′ Zapata (A), 58′ Zielinski (N), 64′ Gosens (A), 71′ Muriel (A), 74′ aut. Gosens (N), 79′ Romero (A)

Atalanta e Napoli, dopo il doppio confronto di Coppa Italia, si ritrovano di fronte in campionato entrambe a quota 40 punti. Gattuso è condannato a vincere, in cinque giorni si gioca tutto: prima a Bergamo contro l’Atalanta, poi giovedì nel ritorno di Europa League con il Granada.

Al Napoli servono punti per non buttare via la stagione.
Tra Covid e infortuni, Gattuso è ancora in emergenza e sceglie il tridente Elmas-Osimhen-Politano, con Insigne in panchina per un problema alla schiena.

Gasperini, invece, con il Real Madrid all’orizzonte, chiede concentrazione contro il Napoli e non ammette distrazioni“È uno stimolo in più per fare bene in campionato”
Il tecnico schiera Pessina alle spalle di Muriel e Zapata.

ATALANTA (3-4-2-1): Gollini; Toloi, Romero, Djimsiti; Maehle (90′ Sutalo), De Roon, Freuler (78′ Pasalic), Gosens; Pessina (84′ Palomino); Muriel (84′ Miranchuk), D. Zapata (90′ Malinovskiy).
All. Gasperini.

NAPOLI (4-2-3-1): Meret; Di Lorenzo, Rrahmani, Maksimovic (78′ Koulibaly), Mario Rui (78′ Ghoulam); Fabian Ruiz, Bakayoko, Zielinski (84′ Lobotka); Politano, Osimhen, Elmas (53′ Insigne). 
All. Gattuso.

Espulsi: Gasperini (A)
Ammoniti: Di Lorenzo (N), Djimsiti (A), Gosens (A).

Primo Tempo di Atalanta Napoli

Minuto di raccoglimento per ricordare Mauro Bellugi, eroe del calcio italiano degli anni ’70 e difensore del Napoli nella stagione 79/80.

5′ I primi a provarci sono i bergamaschi con Muriel, il cui record personale è di 1 gol ogni 51 minuti, ma il pallone viene deviato in angolo.
6′ Ammonito Di Lorenzo per un intervento falloso su Gosens.
13′L’Atalanta prende possesso del campo: è in avanti da diversi minuti. Cross di Maehle dalla destra, va a staccare Pessina, ma non colpisce bene.
15′ Il Napoli ha difficoltà a ripartire. L’Atalanta incalza: Pessina riceve in area, ma perde l’attimo giusto e viene coperto da Rrhamani.

17’ Verticalizzazione dell’Atalanta, alla fine Pessina cade in area e chiede un rigore per presunto fallo di Mario Rui; per l’arbitro Di Bello non c’è nulla.
19′ Ancora un pericolo in area del Napoli, sempre con Pessina: su corner, mira il secondo palo, ma non riesce a coordinarsi per calciare.
24′ Nuovi guai per il Napoli: è a terra Politano. Subito richiamato Insigne dalla panchina che però ha un problema alla schiena.
25′ Espulso Gasperini che continuava a protestare da diversi minuti per il contatto in area ai danni di Pessina.
33′– Il Napoli soffre, mentre l’Atalanta è in possesso palla prolungato: Gosens si inserisce in area e riceve, spalle alla porta, da Muriel, poi riesce a girarsi, tenta col sinistro, ma la palla finisce al lato.

34′Occasione Napoli in un due contro due, ma Osimehn non è preciso nel passaggio per Fabian Ruiz.
35′Ancora Napoli con Osimehn che in area salta più di tutti e colpisce di testa, senza però imprimere la forza necessaria e Gollini alza in angolo.
36′  Politano sembra dolorante, ma resta in campo.
43′ La Dea di nuovo in avanti: Pessina serve Zapata in ottima posizione, ma il colombiano non riesce a controllare il pallone e spreca una grande occasione.
45′ Un minuto di recupero. Termina il primo tempo: 0-0 tra Atalanta e Napoli.

Secondo Tempo

47′ – Partono i nerazzurri: Zapata serve Maehle che crossa, ma blocca facilmente Meret.
50′Risponde il Napoli con Zielisnki che, però, viene fermato al limite in scivolata da Djimsiti.
52′Torna a farsi vedere in avanti l’Atalanta: Muriel arriva sul fondo e col sinistro la mette sulla testa di Zapata che sovrasta il suo diretto marcatore e la mette in rete. Gol di Zapata! 1-0.
53′Prima sostituzione nel Napoli: fuori Elmas, dentro Lorenzo Insigne.
55′Ammonito Berat Djimsiti per fallo su Osimhen.

58′Azione offensiva del Napoli: Politano parte da sinistra, taglia il campo in orizzontale e scodella in area per l’inserimento di Zieliński che, di destro, colpisce al volo e batte Gollini! Bellissimo gol di Zieliński! 1-1.
62′ Nuovo affondo bergamasco: Pessina riceve sulla corsa e col sinistro cerca la porta, ma il tiro viene deviato in angolo.
64′ – Nerazzurri nuovamente alla ricerca del vantaggio: Muriel vince un paio di rimpalli al limite e, con l’esterno, serve Zapata sulla zona destra dell’area, a sua volta il colombiano serve Gosens dalla parte opposta, che in corsa chiude l’azione. Gol di Robin Gosens. 2-1.
69′– La partita si fa interessante, il Napoli non ci sta. Fabian Ruiz pesca Insigne che tenta la conclusione, ma Djimsiti, in scivolata, riesce a stopparlo.

70′Ripartenza Atalanta tre contro tre, Muriel fa tutto da solo e prova il destro a giro che, però, finisce alto sopra la traversa.
71’ Napoli in difficoltà: Bakayoko perde un brutto pallone sulla trequarti, Muriel arriva al limite, doppia finta e sinistro letale sotto la traversa. Rete di Luis Muriel. 3-1.
75’Napoli reattivo: cross di Politano a rientrare, Gosens cerca di deviare in angolo di testa, ma la mette nella sua porta. Autogol di Gosens. 3-2.
78′   Gli Azzurri si difendono bene: Meret si distende sulla conclusione di Muriel e mette in corner.
Sostituzione doppia nel Napoli: fuori Mário Rui e Maksimovic, dentro Faouzi Ghoulam e Kalidou Koulibaly. Cambio anche nell’Atalanta: esce Freuler, entra Mario Pašalić.

79′I bergamaschi cercano di chiudere la partita: su corner, Djimsiti la spizza sul primo palo e Romero, in traiettoria, con la testa la butta dentro. Rete di Cristian Romero. 4-2.
82′ – I partenopei, increduli, ancora a difendersi: Muriel incrocia troppo il tiro e Meret controlla senza problemi.
84′Nell’Atalanta fuori Muriel, dentro Aleksey Miranchuk. Esce anche Pessina, entra José Luis Palomino. Cambio anche nel Napoli: fuori Zieliński, dentro Stanislav Lobotka.
87′Cartellino giallo per proteste a Robin Gosens.
88′ Finale tutto per la Dea ancora in affondo con chiusura di Insigne, che si sacrifica fin dentro la sua area in un’atipica, ma fruttuosa diagonale difensiva.


90′Fuori anche Zapata, dentro Ruslan Malinovskyi. Quattro minuti di recupero.
90’+1′
A terra Osimhen, sembra un problema serio. Grande preoccupazione per l’attaccante che viene portato via in barella: pare abbia perso i sensi. Il gioco è fermo.
90’+2′ – Si riprende col recupero.
90’+5′ Ultimissima occasione per il Napoli: Politano guadagna una punizione nei pressi dell’area. Nulla di fatto.
90’+6′Finisce così: Atalanta 4 – Napoli 2.

L’Atalanta vince lo scontro diretto per il quarto posto.
Nel primo tempo i nerazzurri attaccano e tengono palla, ma non tirano mai nello specchio. La ripresa è da brividi.
Al 52′ la sblocca Zapata di testa, ma dopo soli 6 minuti il Napoli pareggia con una perla di Zielinski.
Il pari dura poco: i nerazzurri si riportano avanti con Gosens. Poi Muriel, scatenato, segna il nuovo vantaggio atalantino. Un autogol di Gosens sembra riaprire la partita, ma il Napoli fa quel che può.
Romero chiude il risultato sugli sviluppi di calcio d’angolo.

Nel finale Osimhen esce in barella dopo aver perso i sensi e viene condotto immediatamente in ospedale. Il Napoli ci ha messo il cuore, ma non è bastato. Gattuso ha operato come meglio poteva, poiché gli infortuni sono davvero tanti e la squadra ormai è senza energie e, soprattutto, senza alternative. Osimhen si è ripreso, ma forse salterà qualche partita.
Il Napoli da stasera è in silenzio stampa per volere della società.

Appuntamento a giovedì 25 febbraio Stadio DIEGO ARMANDO MARADONA per la gara di ritorno dei sedicesimi di finale di Europa League: NAPOLI- GRANADA

stefano-popolo

A title

Image Box text

STEFANO POPOLO

CEO & Founder

Classe 1993, fondatore di Ambasciator e giornalista pubblicista.
Ho pensato al nome Ambasciator per raccontare fedelmente la storia delle persone, come strumento e mezzo di comunicazione senza schieramenti. Ambasciator, non porta penna.