L’Università Federico II compie 800 anni

Università Federico II

L’importanza storica di 800 anni di cultura grazie all’Università di Napoli Federico II

L’Università degli Studi di Napoli Federico II è tra le più antiche Università d’Europa. Prende il nome dal suo fondatore, l’Imperatore del Sacro Romano Impero Federico II di Svevia, il quale inviò in data 5 giugno 1224 una generalis lictera da Siracusa. Con questa, designò la città di Napoli come sede dello Studium Generale del Regno.

Federico scelse Napoli come sede dell’Università in quanto riflesso dell’importanza strategica e culturale nell’ambito del regno e dell’Impero, nonché per il legame che la città aveva sempre avuto con la figura di Virgilio: era infatti definita la “Vergiliana Neapolis”.

Oltre ad essere rinomata per l’altissima qualificazione delle sue Facoltà sia scientifiche che umanistiche, è il più grande centro di ricerca del Mezzogiorno e vanta la presenza di 3 Poli, 13 Facoltà, 77 dipartimenti, 42 Centri di ricerca e di servizio, 2 Orti botanici.

Decadenza e prosperità della Federico II

Nonostante la sua solida storia, l’Università ha attraversato non solo periodi di prosperità, ma anche di difficoltà. Nel Seicento, ad esempio, vi fu un periodo di particolare decadenza, risolto poi nel Settecento grazie all’istituzione nel 1735 della prima cattedra di Astronomia in Italia, seguita nel 1754 dalla creazione della prima cattedra di Economia.

A dare ancora più stima all’Università durante questo periodo, furono le personalità di spicco che frequentavano l’Ateneo, tra queste quella del filosofo Giambattista Vico, il quale contribuì alla storia dell’istituzione insegnando proprio presso l’Università Federico II.

Dopo il periodo fascista, l’Università vide un incremento significativo del numero di iscritti, posizionandosi come il secondo Ateneo più importante d’Italia dopo l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”.

Inoltre, la Facoltà di Ingegneria è stata acclamata come la migliore d’Italia, confermando il prestigio e l’eccellenza dell’istituto nel campo accademico e professionale.

Uno sguardo critico verso il futuro

Dopo 800 anni, guardando dall’interno, vi sono diversi punti sui quali migliorare, primo fra questi l’organizzazione e l’innovazione.

La Federico II, contenitore di storia e di vite, ha il dovere morale di esprimere sempre il meglio di sé per dare il giusto riconoscimento al suo prestigio e alle eccellenze che l’hanno accompagnata nel corso dei secoli.

Print Friendly, PDF & Email
Ambasciator