Vienna, arte e…. OnlyFans! I nudi d’autore bannati sui social

onlyfans-vienna

Facebook, Instagram e Tik Tok continuavano a bannare i quadri di nudo, così l’ente turistico di Vienna ha preso una decisione drastica: ha aperto un profilo su OnlyFans

Non è Instagram, non è Facebook, non è Tik Tok….ma è OnlyFans. Mentre i social continuavano a bannare i quadri di nudo, l’ente turistico di Vienna prendeva una decisione drastica: aprire un profilo su OnlyFans. La piattaforma, divenuta popolare per la condivisione di contenuti porno amatoriali, ospita adesso anche i popolari nudi dell’espressionista Egon Schiele, fondamentali per la promozione all’estero della capitale austriaca.

Tutti coloro che sottoscriveranno l’abbonamento al canale di circa 3 euro al mese riceveranno una Vienna City Card o un biglietto d’ingresso per visitare uno dei musei che ospitano queste opere d’arte.⁣

La decisione arriva certamente da lontano. Già lo scorso luglio l’account TikTok del Museo Albertina è stato sospeso e poi bloccato per aver mostrato opere del fotografo giapponese Nobuyoshi Araki che mostravano un seno femminile. Nel 2019, Instagram aveva deciso che un dipinto di Peter Paul Rubens violava gli standard della community della piattaforma che impediscono qualsiasi rappresentazione di nudità, anche quelle di “natura artistica o creativa”. Anche il Leopold Museum ha avuto difficoltà nel promuovere la sua collezione di nudi di Schiele, in particolare nelle campagne pubblicitarie in Germania, Inghilterra e Stati Uniti. Mentre un breve video con il dipinto Liebespaar di Koloman Moser, realizzato per celebrare il ventesimo anniversario del Leopold, è stato rifiutato da Facebook e Instagram perché “potenzialmente pornografico”. 

Vienna è sempre stata famosa per essere di vedute aperte, – ha detto la portavoce dell’ente al Turismo Helen Hartlauer al Guardian – ma adesso è diventato quasi impossibile usare i nudi dei più noti pittori austriaci di inizio Novecento per fare pubblicità alla città e ai suoi musei».

Ironicamente, l’ente turistico ha avuto difficoltà anche nel promuovere il proprio sbarco sulla nuova piattaforma, dato che Facebook, Instagram e Twitter continuavano a rigettare tutti i link a Onlyfans.

stefano-popolo

A title

Image Box text

STEFANO POPOLO

CEO & Founder

Classe 1993, fondatore di Ambasciator e giornalista pubblicista.
Ho pensato al nome Ambasciator per raccontare fedelmente la storia delle persone, come strumento e mezzo di comunicazione senza schieramenti. Ambasciator, non porta penna.