I Diari di Virginia Woolf: arriva in libreria la prima traduzione italiana

virginia woolf

Arriva per Bompiani la prima traduzione completa dei Diari di Virginia Woolf. Il primo volume, tradotto da Giovanna Granato, con l’introduzione di Mario Fortunato, è già in libreria

Cinque volumi che coprono quasi tre decenni, dal gennaio 1915, quando Virginia Woolf compie 33 anni, al marzo 1941, pochi giorni prima del suicidio.

Il nipote e biografo della Woolf, Quentin Bell, ha parlato di quest’opera come di “uno dei diari più importanti del mondo“.
L’impresa della loro traduzione completa è stata più volte tentata, ma sempre abbandonata, privando i lettori della possibilità di conoscere per intero l’opera di una delle voci più amate della letteratura del Novecento.

Il primo volume raccoglie le pagine scritte tra il 1915 e il 1919, salvo un’interruzione a pochi mesi dall’inizio della scrittura e fino all’agosto del 1917 per un crollo nervoso: è in questo arco di tempo che assistiamo al passaggio da una fase in cui, come sostiene Mario Fortunato, “Virginia Woolf guarda la vita quasi soltanto dal di fuori, attraverso la lente della realtà materiale, a una nuova visione insieme dall’esterno e dall’interno, dove la realtà comprende e assorbe anche il nostro modo di guardarla. È una vera e propria rivoluzione – fisica e letteraria – e darà luogo a una delle più stupefacenti metamorfosi della letteratura moderna“.

Ambasciator