Web, multinazionali del settore non hanno pagato più di 36 miliardi di euro di tasse in 3 anni

multinazionali web tasse

Da uno studio dell’Area Studi Mediobanca emerge che in tre anni i giganti del Web non hanno pagato tasse per un valore di 36,3 miliardi di euro

L’Area Studi Mediobanca ha realizzato un’indagine sui dati ricavati dalle 25 principali multinazionali del WebSoft nel triennio 2019 – 2021 e nei primi 9 mesi dell’anno corrente. 

Da questo studio è emerso che le principali aziende del web, nel triennio sopracitato, sono riuscite a pagare tasse in paesi a fiscalità agevolata. 

Una situazione che ha permesso ad aziende quali Microsoft Alphabet, Meta Platforms e Tencent Holdings Limited di pagare un’aliquota al 15,4%, al posto del 21,9% (tenendo conto dei principali Paesi in cui operano). In questo modo, non sono state pagate, in tre anni, tasse per un valore complessivo di 36 miliardi di euro e 300 milioni di euro.

Giganti del web e i paesi a fiscalità agevolata

Le 25 multinazionali di internet sono state individuate dai loro ricavi, che superano i 12 miliardi di euro ciascuna. 9 sono presenti in Cina, 2 in Giappone e Germania, 1 nella Corea del Sud, ma la parte del leone è degli USA, con 11 WebSoft Internazionali.

In Italia, ad esempio, è emerso che l’anno scorso le multinazionali hanno avuto un fatturato complessivo di 8,3 miliardi di euro, pagando al fisco italiano 150 milioni. Sempre nel 2021, circa il 30% dell’utile ante imposte delle multinazionali del web è stato tassato in nazioni con una fiscalità agevolata, una situazione che ha permesso un risparmio di 12,4 miliardi di euro.

stefano-popolo

A title

Image Box text

STEFANO POPOLO

CEO & Founder

Classe 1993, fondatore di Ambasciator e giornalista pubblicista.
Ho pensato al nome Ambasciator per raccontare fedelmente la storia delle persone, come strumento e mezzo di comunicazione senza schieramenti. Ambasciator, non porta penna.

Ambasciator